Hit Ball

L’hit ball è nato a scuola ed è sempre stato una scuola. Insegna ai giovani come gestire le responsabilità, confrontarsi con gli altri e migliorarsi costantemente.
Mirko Violetto

L’hit ball è nato a scuola ed è sempre stato una scuola. Insegna ai giovani come gestire le responsabilità, confrontarsi con gli altri e migliorarsi costantemente.
Mirko Violetto

Descrizione

È uno sport di squadra.              
Si gioca con una palla morbida e dei bracciali protettivi che servono a colpirla.                                
L’Hit Ball è uno sport adrenalinico perché sei continuamente stimolato: il gioco è molto veloce e la palla non è mai trattenuta o fermata, a parte rari casi. 

parola chiave

famiglia

“L’atteggiamento in campo non è di scontro ma rivolto a una crescita reciproca. Infatti capita che a fine partita tra avversari ci si scambi consigli.”
Gamba M.

Cosa sviluppa?

Capacità motorie

  • Velocità: di esecuzione e successione delle azioni;
  • Capacità di controllo del movimento: Ovvero essere consapevoli del corpo e dei movimenti che questo svolge. “Quando si è in difesa, per esempio, bisogna assumere una certa posizione: mantenere il tronco saldo e arti forti per evitare che la palla possa colpirti e proseguire nella sua traiettoria.” Gamba M.
  • Capacità di accoppiamento e combinazione dei movimenti: “Può capitare che effettui una parata andando a terra e subito dopo tu debba alzarti, correre, posizionarti per il tiro e tirare.” Gamba M.;
  • Capacità di reazione: Bisogna avere la prontezza fisica per rispondere alle situazioni di gioco che avvengono molto velocemente (ogni azione dura al massimo 5”); 
  • Capacità di adattamento e trasformazione del movimento: “Puoi andare a tirare ma poi decidere di passarla improvvisamente al compagno. Questo perché ormai tu hai due difensori davanti e sei quasi certo di tirargliela addosso. Allora, per evitarlo, adatti il movimento alla situazione di gioco.” Gamba M.


altre abilità
(Mentali, Valoriali, etc...)

  • Concentrazione: “Il gioco si svolge in modo molto accelerato e tu devi stare attento a tutto. Se perdi la concentrazione a hit ball, è finita.” Gamba M.
  • Precisione: nei passaggi, nel tiro e nei movimenti. “Anche quando sei in difesa frontale è meglio fare attenzione a dove ti posizioni perché rischi di coprire la visuale del difensore centrale dietro. Si parla di precisione di movimenti nello spazio.” Gamba M.
  • Tempo di reazione: “Avere un tempo di reazione veloce ti permette di capire cosa fare.” Gamba M.
  • Collaborazione: “Perché i ruoli cambiano costantemente e cambiano a seconda della situazione di gioco. Quindi, bisogna stare attenti agli altri. Non è sempre lo stesso che tira, anche se sa tirare forte. Questo perché se non è nella posizione giusta per tirare è bene che lo faccia un altro.” Gamba M.
  • Determinazione: “Se sei convinto, la palla tendenzialmente va forte in porta. Se inizi a dire che sei stanco e ti chiedi se farai punto, non lo farai mai.” Gamba M.
  • Gestione dell’ansia: “Se subisci due/tre punti nel tuo lato, è meglio uscire un attimo, perché gli altri se ne accorgono e ti prendono di mira. Allora, se tu esci scombussoli l’azione degli avversari. In panchina recuperi la lucidità: pensi meno al tiro e alla parate. Sei tranquillo, inciti i compagni e osservi come tirano gli avversari.” Gamba M.  


Se faccio Hit Ball cosa imparo?

A livello amatoriale

  • Scatto da fermo
  • Salto da fermo
  • Mira


a livello agonistico

  • Scatto, salto e mira vengono affinate e svolte con più velocità e precisione


Curiosità

  • L’hit ball è l’unico sport al mondo nato a Torino;
  • Nell’hit ball tutti fanno tutto: “Non esiste un ruolo fisso: non esiste il portiere, non esiste il difensore, non esiste l’attaccante, non esiste il tiratore. È un costante spostarsi da una posizione all'altra.” Gamba M.;
  • Nell’hit ball l’avversario è qualcosa di più: prima della partita ci si scalda con gli avversari, che di fatto sono compagni di gioco con cui hai modo di metterti alla prova e da cui puoi imparare. “Il rapporto con gli avversari deve essere molto pacifico.” Gamba M.;
  • È un gioco misto: maschi e femmine giocano sempre insieme, anche se esiste un torneo femminile in parallelo. “Ci sono squadre di A1 che hanno vinto campionati con femmine in campo. Questo perché la presenza della donna non diminuisce il livello della squadra ma compensa certe caratteristiche maschili (es. focosità) con le proprie (es. calma, razionalità e ordine in campo)” Gamba M.; 
  • Promuove il rispetto: verso l’altro sesso, verso l’arbitro e gli avversari,. Infatti, si caratterizza per la severità delle sanzioni contro le proteste, i gesti di stizza (schiaffi al materasso, pugni per terra ecc.), le bestemmie, l’esultanza ecc.; 
  • Tutti possono diventare ottimi giocatori di Hit ball: “Visto che tutti i giocatori di una squadra devono saper fare tutto, non serve un fisico specifico per arrivare a certi livelli. E soprattutto non dipende dall'età: ci sono giocatori di serie A1 che hanno 50 anni. Sicuramente vanno più lenti rispetto ai ventenni, ma hanno più esperienza.” Gamba M.;
  • L’errore del singolo non è decisivo ai fini del risultato: “Nell’hit ball se fai la papera in porta hai altre cento azioni per poter recuperare l’errore. Per questo non ha senso protestare.” Gamba M.


La psicologa dello sport di Orangogo ringrazia per la collaborazione Marco Gamba, Allenatore FIHB